Il 40% delle persone che lavorano negli enti pubblici di ricerca ha un contratto precario. Solo in Toscana questi professionisti e queste professioniste tengono attivi 15 Istituti del CNR, con sedi a Firenze, Sesto Fiorentino, Pisa e Siena.

Grazie anche alla loro protesta il Senato ha approvato un emendamento alla Legge di Bilancio, il c.d. “emendamento Verducci”, che stabilizzerà 420 contratti nel 2018 e 1750 nel 2019 su base nazionale. Un risultato importante ma non sufficiente visto che la platea di riferimento è di circa 10mila persone.

Per questo domani chiederemo l’iscrizione all’ordine del giorno di una mozione molto chiara: la Regione deve attivarsi con Governo e Camera dei Deputati per chiedere l’estensione dei beneficiari. I soldi ci sono, serve la volontà politica di metterli al servizio di questa giusta causa.

Irene Galletti
Consigliera Portavoce in Regione Toscana, Tesoriera del gruppo consiliare, Vicepresidente della Seconda Commissione (Sviluppo economico e rurale, cultura, istruzione, formazione).