Otto regioni italiane, tra le quali Lazio e Liguria, non fanno pagare il bollo alle auto ibride. La Toscana dovrebbe seguire il loro esempio e vorremmo capire le intenzioni delle Giunta a riguardo.

La Regione ha già esentato dalla tassa automobilistica disabili, vetture antincendio e autobus di linea – precisa il vicepresidente della Commissione Affari Istituzionali e Bilancio – sfruttando i margini di manovra forniti dalla normativa statale. Tutte scelte legittime, ma la leva fiscale è un modo per dare segnali di indirizzo e qui manca verso la transizione 100% elettrico. Quella che caratterizzerà l’Italia nei prossimi trent’anni, se dal 4 marzo uscirà una maggioranza a trazione M5S.

La giunta regionale vuole andare in questa direzione e iniziare a ridurre così anche le emissioni inquinanti?

Gabriele Bianchi
Consigliere Portavoce in Regione Toscana, Vice-presidente della Prima Commissione (Affari istituzionali, programmazione, bilancio, informazione e comunicazione).