Da inizio anno ad oggi ci sono state 18 operazioni antimafia in Toscana. Tre solo negli ultimi due giorni, con l’emersione inquietante di un sistema estorsivo in mano alla ‘ndrangheta a Firenze, il maxi sequestro di 2 milioni di euro in mano ad un boss tra Prato e Pistoia, e il riciclaggio nel Valdarno dei soldi della camorra.

In molte occasioni il PD e Rossi hanno speso parole sulla necessità di maggiore impegno in materia antimafia ma intanto l’Osservatorio regionale è fermo da due anni e la nostra proposta di una Conferenza Permanente Antimafia, di sostegno anche agli enti locali, non ha avuto alcun sostegno. Battano un colpo quanto prima perché lo scenario regionale sta peggiorando pericolosamente.

Stamattina abbiamo sentito Nardella parlare di Ostia. Qualcuno gli spieghi che la mafia sta operando nel suo territorio. Non serve andare a cercarla a centinaia di chilometri di distanza.

Gabriele Bianchi
Consigliere Portavoce in Regione Toscana, Vice-presidente della Prima Commissione (Affari istituzionali, programmazione, bilancio, informazione e comunicazione).