PD RIDICOLO, ANNUNCIA TAGLIO DOPPI VITALIZI MA REGIONE STOPPA PERCHÉ INCOSTITUZIONALE  E SENZA COPERTURA

271

Firenze 1 settembre 2015. Gabriele Bianchi e Enrico Cantone, consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle in Prima Commissione, commentano la bocciatura degli uffici legislativi del Consiglio Regionale alla proposta di abolizione del doppio vitalizio proposta da Rossi, Marras e Mazzeo.

“La patologia PD dell’annuncio facile colpisce ancora – spiegano i consiglieri M5S – e dopo aver sbandierato ai quattro venti la “grande iniziativa di taglio dei costi della politica”, Rossi Mazzeo e Marras sono costretti a rimangiarsela perché incostituzionale e senza copertura finanziaria. A questo punto non sappiamo se è peggio il dilettantismo politico di presentare una proposte di legge senza previa valutazione di costituzionalità o l’inganno collettivo perpetuato a mezzo stampa e nelle tante occasioni di intervento pubblico agostano ai danni dei cittadini, soprattutto quelli che ancora credono nel Partito Democratico. 

Da sempre diciamo – concludono i consiglieri M5S –  chi crea i problemi difficilmente ha la credibilità di risolverli. Rinnoviamo quindi l’invito a Rossi e ai consiglieri del Partito Democratico di bussare alla nostra porta, troveranno una proposta di legge già pronta che chiede di estendere a tutti i consiglieri quanto noi del Movimento 5 Stelle già realizziamo in autonomia: 5mila euro lorde al mese di indennità e rimborso solo delle spese effettivamente realizzate dal consigliere. In Emilia Romagna il PD l’ha già approvata. Seguiteci anche in Toscana e sarà l’unico segnale evidentente che state iniziando a guarire dall’annuncite”.