IL TOUR ECO IMPRESA FA TAPPA A CASCIANA TERME

34

Visita alla Tecnocanapa, importante azienda della filiera della CANAPA attiva nella bioedilizia. 

Tappa a Perignano – Casciana Terme Lari (PI) ieri del tour Eco impresa organizzato dal Movimento 5 Stelle in collaborazione con Ecofuturo Festival, in visita presso l’azienda Tecnocanapa, nata nel 2017 e che grazie ad un esclusivo macchinario totalmente made in italy porta un prezioso valore aggiunto alla lavorazione della canapa, trasformando questa pianta anche in mattoni per la bioedilizia.

“Ho pensato a questa iniziativa per conoscere meglio le realtà toscane che già oggi svolgono un ruolo da protagoniste nel settore della green economy. I nostri incontri servono tra l’altro ad approfondire gli ambiti di attività delle imprese che visitiamo, a capire le prospettive di sviluppo del settore e ad acquisire la necessità di eventuali misure a sostegno dell’occupazione e delle imprese. Si tratta di un’importante occasione di approfondimento per lo sviluppo dell’industria innovativa e rispettosa dell’ambiente.”

Cesare Tofani, fondatore dell’azienda, ha ricordato la storia e la tradizione della canapa: “Negli ultimi 20 anni la canapa è stata riscoperta e sono stati individuati nuovi usi che prima non erano assolutamente conosciuti, come ad esempio per materiali per l’edilizia, per prodotti plastici e per il tessile. Per arrivare a questi prodotti occorre separare le fibre della pianta dal loro gambo. Tale operazione viene fatta con delle macchine particolari. Come Tecnocanapa abbiamo inventato un sistema industriale innovativo che permette la lavorazione della pianta nei luoghi dove essa viene maggiormente prodotta, e questo grazie ad un sistema mobile che ci permette di trasferire tutto il macchinario.”

Giannarelli ha ricordato che Coldiretti stima che se venisse attivata la filiera della canapa a pieno regime, in tutta Italia si potrebbero creare 10mila nuovi posti di lavoro. “In Toscana si coltivano attualmente 2-3mila ettari di canapa. Se sviluppassimo ulteriormente questo settore, si creerebbero grazie anche a tutto l’indotto, migliaia di posti di lavoro in più. Purtroppo in Toscana occorre fare ancora molto, tanto che ci viene segnalato che l’acquisto delle sementi di canapa avviene all’estero, perché sono reperibili in Italia solo con grande difficoltà.”

“E’ importante far crescere questo settore economico che è fondamentale per l’occupazione. Dal 2017 l’industria green ha creato oltre 500.000 nuovi posti di lavoro a livello mondiale – incalza la Consigliera regionale del Movimento 5 Stelle e membro della commissione agricoltura Irene Galletti  –  superando per la prima volta i 10 milioni di occupati. Le aziende green sono divenute un pilastro della crescita economica a livello mondiale, un elemento che si riflette direttamente nell’aumento del numero di posti di lavoro creati nel settore. Per sviluppare la coltivazione e la lavorazione della canapa occorre che la Regione incentivi l’aggregazione degli agricoltori. Per sviluppare la filiera della canapa e far a lavorare a pieno regime anche queste innovative imprese, molto dipenderà dalla capacità delle Istituzioni di favorire la nascita di centri di stoccaggio, in modo che i macchinari di lavorazione possano lavorare a pieno regime.”