Cambiare i criteri di nomina: questa la richiesta che arriva dal consigliere regionale del Movimento 5 stelle, Gabriele Bianchi. “Le nomine fatte dalla politica, calate dall’alto, lo dimostra la recente e passata cronaca degli accadimenti, troppo spesso si rivelano figlie di accordi che nulla hanno a che fare con l’interesse dei cittadini”. È dunque indispensabile invertire la rotta: “Per questa ragione torniamo ancora una volta a chiedere con forza – insiste Bianchi – che tutta la politica si faccia carico di un cambiamento radicale nelle procedure. La meritocrazia fatica a primeggiare, ma le scelte buone e ponderate fanno la differenza e non possono che venire da percorsi virtuosi che nulla hanno a che fare con i partiti. Sarebbe dunque l’ora che anche la Regione mettesse in campo azioni volte a cambiare definitivamente i metodi di scelta di alcune figure chiave”.