Prosegue il tour province ideato dal consigliere regionale del Movimento 5 stelle in Toscana Giacomo Giannarelli. Oggi sono in calendario una serie di incontri disseminati sui territori di Prato e Pistoia. Questa mattina i consiglieri regionali Giacomo Giannarelli e Andrea Quartini affiancati da una delegazione di parlamentari del M5S tra cui i senatori Laura Bottici e i deputati Francesco Berti e Luca Migliorino incontreranno i rappresentanti delle associazioni di categoria di Prato, mentre nel pomeriggio sarà la volta delle realtà dell’area pistoiese. “Un momento – spiegano Giannarelli e Quartini – molto importante per presentare le molte cose fatte e le tante che dovremo realizzare in ambito regionale. Purtroppo ancora in Toscana non siamo al governo, ma ciò non toglie entusiasmo e determinazione: dobbiamo lavorare sin da ora per farci trovare pronti con la sfida del prossimo anno che ci vedrà protagonisti. Quello pratese è il distretto tessile più importante d’Italia, tra i primi al mondo: merita la massima attenzione e il massimo sostegno. Così come grande attenzione dev’esserci per le piccole e medie imprese pistoiesi fin troppo spesso penalizzate da un accentramento verso il capoluogo regionale”. Il dialogo con le associazioni di categoria è alla base di una politica fatta di ascolto e partecipazione: “Siamo convinti – spiegano i parlamentari – sia necessario mantenere un costante contatto con il territorio e non perdere la percezione del reale. Tutti gli spunti raccolti saranno utili nella stesura di leggi indirizzate a semplificare la vita ai titolari di Pmi e restituire dignità ai lavoratori. Il governo – proseguono – ha già fatto molto a riguardo, basta pensare proprio al Decreto Dignità. Ma tante altre sfide come la crescita della legalità e l’emersione del lavoro nero, possono essere affrontate e vinte”.

A Pistoia, nel pomeriggio, gli esponenti del Movimento _ cui si unirà anche il vicepresidente del parlamento europeo Fabio Massimo Castaldo _ incontreranno anche i vertici istituzionali della Provincia. A seguire è in calendario una visita alle principali realtà del distretto florovivaistico locale seguita anche dal consigliere regionale M5S Gabriele Bianchi. “In Consiglio regionale ci siamo battuti a lungo – spiegano Giannarelli e Bianchi – affinché fosse revocato il decreto del presidente della giunta regionale contenente il piano di utilizzo per l’impiego sostenibile dei prodotti fitosanitari, fertilizzanti e disposizioni per la perimetrazione. Una nostra mozione – prosegue – spingeva verso la promozione di soluzioni alternative da sottoporre alle società chimiche così da superare la produzione di sostanze inquinanti come il roundup e il glifosato: è stata bocciata in sede di Consiglio”.

1 COMMENTO

Comments are closed.