START-UP INNOVATIVE, LA TOSCANA PUÒ ESSERE UN’ECCELLENZA

29

Prosegue il tour tra le imprese del consigliere regionale Giacomo Giannarelli cui ha preso parte anche il consigliere comunale di Firenze, Arianna Xekalos. Molte le attività visitate nelle ultime settimane.

“Di recente – spiega Giannarelli – ho presentato una proposta di legge in consiglio regionale a sostegno delle start-up innovative. Ho chiesto l’erogazione di un milione e mezzo di euro a fondo perduto, soldi per creare e sviluppare imprese toscane di prodotti o servizi all’avanguardia e ad alto valore tecnologico”.

Il Movimento 5 stelle ritiene necessario offrire supporto a chi possiede idee di spessore. “Chiediamo con forza – prosegue Giannarelli – che questa proposta, le cui risorse finanziarie sono già state individuate, sia discussa prima della fine dell’anno. La Toscana deve divenire la prima regione in Italia per numero di start-up innovative create”.

Giannarelli punta il dito anche sul malfunzionamento dei bandi regionali: “Esistono alcune migliorie, in particolare al Por Creo (programma operativo regionale obiettivo competitività regionale e occupazione): a oggi non è possibile rendicontare le spese per lo sviluppo software fatto da programmatori che non hanno dottorato di ricerca. Un autogol inspiegabile. Presenteremo una mozione in Regione affinché anche i bandi Porcreo siano adattati alle esigenze delle imprese innovative nel solo interesse di dare spazio alle idee più brillanti”.