“Dangerous Trash” sui giri bolla e il sequestro dell’impianto di Case Passerini sono solo le ultime iniziative giudiziarie che hanno segnato gli ultimi due anni del sistema rifiuti toscano.

Dai fanghi tossici agli incendi delle discariche è successo di tutto, il Consiglio regionale non può continuare a far finta di niente.

A gennaio apriremo una Commissione d’inchiesta regionale sul tema, come abbiamo fatto su Monte Paschi di Siena, da noi presieduta e finalmente inizieremo a fare luce su questa grande zona grigia della nostra regione.

Ai sensi dell’art.61 del Regolamento Interno possono essere istituite Commissioni di inchiesta regionali senza passare da una loro approvazione tramite voto d’aula, qualora ne facciano richiesta un quinto dei consiglieri regionali. Abbiamo raccolto dieci firme tra i banchi dell’opposizione e le abbiamo consegnate alla Presidenza ricevendo l’assicurazione che sarà attivata da gennaio.

Seguiteci!

Giacomo Giannarelli
Presidente del Gruppo Consiliare Movimento 5 Stelle Toscana, Vice-presidente della Quarta Commissione (Territorio, ambiente, rifiuti, infrastrutture).