Abbiamo chiesto l’iscrizione urgente in aula di una mozione per sostenere le ragioni dei lavoratori di Infogroup e l’impegno a Rossi per l’effettiva apertura di un tavolo presso il MISE prima del trasferimento di proprietà a Engineering. Il Consiglio ha respinto la richiesta col decisivo voto contrario dei consiglieri PD.

In altre occasioni il Consiglio ha accolto questo tipo di atti. Oggi il Partito Democratico si è svegliato con la luna storta. Peccato perché da settembre i lavoratori attendono da Rossi qualcosa di più delle promesse fatte. Serve un tavolo al MISE e serve il sostegno regionale alla richiesta dei lavoratori di maggiori garanzie per il loro futuro lavorativo, ben oltre i 5 anni promessi, oltre che sulla futura consistenza produttiva dell’azienda, sul mantenimento della sede fiorentina e la permanenza in loco dei dipendenti. Per il PD tutto questo può attendere fino al 21 novembre, quando si terrà il prossimo Consiglio regionale. Alla faccia anche delle dichiarazioni di sostegno del sindaco Nardella.

Irene Galletti
Consigliera Portavoce in Regione Toscana, Tesoriera del gruppo consiliare, Vicepresidente della Seconda Commissione (Sviluppo economico e rurale, cultura, istruzione, formazione).