MALFUNZIONAMENTI SOFTWARE NELLE ASL TOSCANE. EPPURE COSTANO MOLTO … ENNESIMO FLOP?

92

I software in uso nelle ASL Toscane hanno problemi. Ci sono arrivate numerose segnalazioni di malfunzionamenti sugli applicativi per gestione buste paga dei dipendenti, gestione orario e presenze del personale e registri della libera professione.

A questo punto chiediamo alla giunta di sapere a quale società privata, affidataria del servizio o concessionaria della licenza software, si deve questa situazione.

Sempre che il problema non si deva all’incompetenza politica di acquisire software complessi pretendendo di metterli su macchine desuete. Grazie alla nostra attività interrogativa la giunta ci ha spiegato infatti che il 70% dei PC in forza al sistema sanitario toscano con ancora Windows Xp, un sistema operativo non più aggiornabile e quindi anche insicuro.

Dopo il flop del fascicolo sanitario elettronico e le difficoltà d’uso della diagnostica per immagini informatizzata, progetto sul quale sono stati spesi più di 100 milioni di euro, speravamo che il duo PD-Rossi avesse imbroccato almeno questa parte dell’agenda digitale regionale legata alla gestione informatica di questioni standard come busta paga e gestione presenze. Non bastava replicare i software già in uso in Regione?

In attesa della risposta speriamo di non ritrovarci anche qui col consueto strike al contrario dell’amministrazione Rossi-PD: far felici gli amici di partito che hanno investito in ITC, far dannare gli operatori sanitari con un’informatica non usabile nell’era delle APP a comando vocale e produrre un beneficio vicino allo zero per i cittadini.

ANDREA QUARTINI