Il Consiglio Regionale ha approvato all’unanimità una mozione per la chiusura “celere” della discarica “Cava Fornace” e relativa bonifica del sito. L’atto, sottoscritto da Giacomo Giannarelli, Presidente del gruppo consiliare Movimento 5 Stelle, recepisce quello a sua prima firma, primo ad essere protocollato e quindi portato all’attenzione dell’aula.

“Mai prima della nostra azione Cava Fornace era stata messa in discussione. Ora la giunta dovrà chiuderla nel più breve tempo possibile e assicurare per quel sito bonifica e messa in sicurezza. Due impegni chiari che rappresentano un risultato storico. Monitoreremo il loro rispetto da parte della giunta”.

“Si chiuderà così uno dei capitoli bui del sistema rifiuti toscano – prosegue il Cinque Stelle- quella discarica doveva essere chiusa da tempo e, per dirla tutto, non doveva proprio nascere lì. Il sito è infatti indicato come non idoneo dal Piano Regionale. Eppure per anni chi governa e governava ha fatto finta di niente”.

“Il PD si è trovato costretto a questa approvazione: gli atti pro-chiusura nei Consigli comunali di Montignoso, Forte dei Marmi, Pietrasanta e Seravezza hanno rappresentato la svolta per una battaglia fino a quel momento portata avanti solo dai cittadini, comitati e Movimento 5 Stelle. Ennesima dimostrazione che quando i cittadini entrano nelle istituzioni le costringono a scegliere nel reale interesse collettivo”.

Giacomo Giannarelli
Presidente del Gruppo Consiliare Movimento 5 Stelle Toscana, Vice-presidente della Quarta Commissione (Territorio, ambiente, rifiuti, infrastrutture).