Il Reddito di Inclusione (REI) pensato dal Governo sta mettendo in grossa difficoltà i servizi sociali dei Comuni toscani: oltre la metà dei richiedenti, con punte che toccano il 70% in alcuni territori, non è mai passato prima da questi servizi e gli assistenti sociali preposti alla redazione e gestione dei Piani individuali sono clamorosamente sotto-organico rispetto a quanto sarebbe, e sarà, necessario.

Il problema è diffuso, ma diventa emergenziale nei piccoli Comuni dove abbiamo casi a noi segnalati di un solo assistente sociale che dovrebbe curare la stesura di centinaia di Piani individuali. Un assurdo.

I Piani individuali non si improvvisano, il carico di lavoro degli assistenti sociali è già molto elevato e dipende anche da questi l’erogazione del contributo, seppur minimo, fornito dal REI

Ci sembra inconcepibile che la maggioranza non abbia previsto questo caos, con integrazioni strutturali alla pianta organica dei servizi sociali.

Andrea Quartini
Consigliere Portavoce in Regione Toscana,Vicepresidente del gruppo consiliare, Commissario della Terza Commissione (Sanità e politiche sociali).