Numerose segnalazioni ci indicano che nell’ASL Toscana Nord Ovest non sia reperibile e disponibile l’immunoglobulina antitetanica. Un problema, pare, esteso anche ad altre ASL e tutt’altro che trascurabile.

La profilassi antitetanica si attiva su tutte quelle persone che arrivano al Pronto Soccorso, con ferite lacere o morsicature d’animale, e non hanno copertura antitetanica o non ricordano di aver fatto i richiami. Nell’incertezza l’iniezione evita il rischio di una malattia sempre più rara, ma pur sempre mortale. Il fatto che proprio d’estate si registri questa mancanza è preoccupante.

Speriamo di ricevere subito risposte rassicuranti dalla giunta PD-Rossi. La Toscana deve garantire la sieroprofilassi antitetanica.

ANDREA QUARTINI