Tra i corridoi del Consiglio regionale in molti giurano di sapere già chi sarà il nuovo capo dell’ufficio stampa dell’istituzione. Questo nonostante ci sia un bando pubblico, quindi una “gara” tra candidati. Com’è possibile allora che si sappia già il vincitore? Effetti del famoso, noto e illegale, metodo di governo che produce bandi e concorsi per dare il packaging istituzionale ad esiti già scritti dalla politica partitica.

Ma questi giochini devono finire e nello specifico puntiamo a far saltare questo con l’unica arma a disposizione: promuovere la partecipazione al bando di uno sfidante che possa mettere in difficoltà la Commissione giudicante.

Chiediamo a tutti i giornalisti coi requisiti indicati dal bando di presentare la propria candidatura. Non lasciamo questo ruolo ad una figura frutto della deprecabile arte della spartizione partitica, i cittadini toscani meritano di avere un finale diverso.

Ai tanti giornalisti professionisti della nostra regione diciamo quindi: cogliete l’occasione. Serve esperienza nell’organizzazione e coordinamento di uffici stampa, anche in ambito di relazioni istituzionali, e conoscenza dei nuovi strumenti di tecnologia dell’informazione (web e social network).

Caposervizio, caporedattori e direttori indipendenti fatevi avanti, c’è tempo fino al 6 ottobre. I cittadini toscani hanno bisogno di voi!

MOVIMENTO 5 STELLE TOSCANA

  • lucia bardini

    E per forza! Gli faranno firmare anche a lui la promessa di versare un tremilaeuro al mese alle casse del PD!!!Altrimenti…..cippalippa!!