Ci risulta che a Careggi siano saltate circa 200 attività programmate per pazienti interni ed esterni a causa di un problema software.

Speriamo non si tratti di un prodotto della Dedalus, azienda amata dalla regione in materia di affidamenti, sulla cui efficienza di servizio abbiamo già presentato alcune note alla giunta Pd-Rossi.

Di certo, a prescindere da chi sia l’azienda fornitrice preme capire se la Regione chiederà i danni per quanto successo?

Non parliamo di un problema banale, né – ci dicono gli operatori – casuale. Il problema della programmazione pare infatti sia persistente.

Andrea Quartini
Consigliere Portavoce in Regione Toscana,Vicepresidente del gruppo consiliare, Commissario della Terza Commissione (Sanità e politiche sociali).